Dermatologia

La visita dermatologica viene espletata da un Medico specialista in dermatologia ossia della disciplina che si interessa delle patologie della cute del nostro organismo: fra le importanti funzioni della cute ricordiamo la protezione dagli agenti esterni, la termoregolazione, la percezione degli stimoli sensoriali (calore, dolore, pressione o stimoli tattili).

La visita eseguita dal dermatologo analizza lo stato di salute di questo complesso sistema che comprende la pelle e gli annessi cutanei (peli, ghiandole sudoripare e unghie) e che costituisce l’organo più esteso del nostro organismo.

Il Paziente richiede la visita direttamente o per mezzo di mail o telefono all’Istituto o viene inviato dal proprio Medico curante, per il verificarsi di manifestazioni cutanee quali macchie, ponfi, vescicole o nevi, associate o meno a disturbi quali prurito o bruciore e l’accettazione da parte della Segreteria è espletata con le normali procedure delle visite ambulatoriali. Non vi sono particolari preparazioni o controindicazioni.

Durata delle visita: di norma la visita dermatologica dura 15/20 min’.

Il Medico dermatologo compie una accurata esplorazione della cute pel paziente, soffermandosi sulle zone dove si osservano le manifestazioni anomale e concentra – ove lo ritenga opportuno – la propria attenzione sui nevi, verruche, dermatiti, acne, psoriasi o sui disturbi degli annessi cutanei.

Per quanto riguarda i nevi l’osservazione più accurata è la videodermatoscopia per la quale viene usato uno strumento chiamato dermatoscopio.

Nei casi in cui il Dermatologo accerti la presenza di una lesione cutanea e ritenga opportuna la sua eliminazione, acquisisce il consenso informato del Paziente e quindi procede alla eliminazione della lesione (neo, punto nero, verruca o altra lesione). Il trattamento dei nevi di dubbia natura invece, consiste nella mappatura e nel loro monitoraggio (follow-up) che prevede visite successive per un controllo accurato della loro evoluzione.

Il Paziente viene fatto sdraiare sul lettino, la parte da trattare viene messa a nudo e – quando necessaria –  viene effettuata una disinfezione locale. Per la eliminazione della lesione possono essere usate tre tecniche:

Tecnica elettroterapica

Questa tecnica viene usata per la asportazione di verruche, condilomi e macchie cutanee ipercromiche, e si avvale di un tipo di elettrobisturi a radiofrequenza. Il principio di funzionamento è il medesimo degli elettrobisturi tradizionali con la particolarità che le frequenze molto alte concentrano l’energia in un punto molto piccolo e pertanto l’effetto di separazione dei tessuti è più netto e preciso ed è sufficiente una potenza o energia molto più bassa. Questa tecnica viene anche chiamata diatermocoagulazione e presenta una utilizzazione semplice, che in una o due seduta consente di rimuovere efficacemente le lesioni della cute descritte.

Tecnica criochirurgica

Si tratta di una tecnica che viene usata per l’asportazione di verruche, condilomi e macchie cutanee ipercromiche e si avvale dell’uso di azoto liquido, per mezzo di un particolare apparecchio ( erogatore di azoto Cry-AC), che  viene spruzzato in modo costante e controllato sulla zona da eliminare e determina la necrosi della zona più superficiale della cute per mezzo del freddo. Questa tecnica è di utilizzazione semplice, non necessita di disinfezione della cute,  può essere applicata per una o più sedute  e non provoca dolore.

 Tecnica chirurgica

Questa tecnica viene usata per l’asportazione di neoformazioni cutanee e potrà avere necessità di essere accompagnata da un trattamento antalgico ( analgesia locale) o da un trattamento sedativo  (sedazione farmacologica). Ove fosse ritenuto necessario sarà presente durante il trattamento chirurgico un Medico anestesista.  L’eventuale asportazione di  un frammento cutaneo sarà seguito dal controllo istologico dello stesso; il referto sarà comunicato al Paziente dal Medico dermatologo.

Naturalmente, come ogni asportazione chirurgica, può residuare una piccola cicatrice, della quale il Paziente precedentemente viene messo al corrente.

Alla fine della visita il Medico dermatologo riassume al Paziente il risultato della visita e dell’eventuale trattamento prestato, compila il referto con la prescrizione degli eventuali presidi terapeutici. Il Paziente riceve il referto in Segreteria dopo qualche minuto e può allontanarsi dall’Istituto subito o dopo qualche minuto previo il controllo medico.